Proyecto Sol

In Cile le persone con disabilità sono abbastanza tutelate, almeno sulla carta. In realtà le opportunità lavorative sono poche, soprattutto per le donne, nonostante il Paese abbia ratificato la Convenzione dei Diritti delle persone con Disabilità.

Per i disabili uditivi il vero limite è rappresentato dal mancato riconoscimento della loro lingua, della loro identità e della loro cultura. La Lingua dei Segni Cilena è ufficialmente riconosciuta per legge dal 2012 come “mezzo di comunicazione naturale della comunità sorda”, ma è tuttora scarsamente diffusa.

Il Proyecto Sol si rivolge proprio a loro, impiegando una professoressa di Lingua dei Segni, un’educatrice volontaria ed un tirocinante universitario. Aperto tre giorni a settimana, propone lezioni di alfabetizzazione in Lingua dei Segni e laboratori artistici di ricamo, rilegatura, feltro, telaio, serigrafia e xilografia a cui partecipano fino a 12 persone, più alcuni familiari.

In un anno vengono così raggiunte dalle 20 alle 25 persone sorde, unitamente alle loro famiglie.

Una volta a settimana si realizzano anche laboratori di Lingua dei Segni di diverso livello per persone udenti, con una partecipazione annuale di circa 15 persone.

Tra le persone seguite c’è anche Raquel. Nata sorda, insieme alla famiglia e alle sei sorelle viveva nel sud del Cile, in mezzo alla campagna e alle montagne. In casa ha vissuto la violenza: il padre aggrediva continuamente la madre e lei e la sorellina minore scappavano sempre per non vedere. Crescendo, ha deciso di trasferirsi a Santiago, città nuova e sconosciuta. Ci ha contattati la sorella maggiore perché a 34 anni Raquel non sapeva leggere e non conosceva la Lingua dei Segni. Ha così iniziato a partecipare ai laboratori artigianali proposti dal Proyecto Sol di feltro, ricamo e serigrafia.
Qui ha incontrato un ragazzo con deficit uditivo, si sono sposati ed hanno avuto una bimba sana come un pesce! Continuano a produrre oggetti artigianali per il Proyecto Sol e gli operatori li aiutano a relazionarsi con la bimba.  

Condivisione fra i popoli ONLUS

Via Ausa, 39 - 47853 Cerasolo di Coriano (RN)

tel: +39 0541 50622

fax: +39 0541 708575

mail: segreteria.condivisione@apg23.org

Codice Fiscale: 91014590409

Sei un'azienda?

Scopra cosa può fare con la sua azienda

Leggi tutto

Sei un privato?

Per supportare le nostre attività puoi anche donarci il tuo tempo per volontariato all'estero o prestando servizio civile all'estero
Leggi tutto

Facebook