Banner 350x120 Apg23 5x1000 2021

Albania

DAGLI ESORDI A OGGI 

Una delle campagne che resero maggiormente noto don Oreste - e non solo a livello nazionale - fu certamente quella contro la prostituzione. Ed è proprio per proteggere alcune giovani coinvolte dal racket che Condivisione vola in Albania nel 1999. Una volta arrivati, i missionari si trovano però a dover fronteggiare un’emergenza ancora più incalzante: quella delle genti in fuga dalla guerra nel Kosovo. Come prima cosa si impegnano quindi all’interno del campo profughi locale, preso d'assalto da migliaia di sbandati. Solo al termine della guerra viene aperta la prima Casa Famiglia a Krajen, zona rurale tra Lezha e Scutari, inizio di una presenza sempre più radicata negli anni.
Nel 2004 inizia la condivisione diretta con le famiglie coinvolte nelle vendette di sangue, pratica di giustizia privata prevista dall’antico codice consuetudinario del Kanun oggi applicata in forma degenerata ed estensiva. Dal 2010 a inizio 2020 le attività di accompagnamento e sensibilizzazione contro questo fenomeno hanno visto impegnati sul campo anche i volontari di Operazione Colomba.

(per approfondire: http://www.operazionecolomba.it/dove-siamo/albania/albania-notizie/3323-chiusura-presenza-operazione-colomba-in albania.htmlhttps://www.operazionecolomba.it/njepopullkundergjakmarrje/chiusura-presenza-di-operazione-colomba-in-albania/#more-5877).

PERSONE NON NUMERICondivisione in Albania raggiunge circa 150 beneficiari, di cui 73 adottati a distanza.

I NOSTRI CENTRI

  • 1 Casa Famiglia
  • 1 Pronta Accoglienza per donne vittime di violenza
  • 1 Capanna di Betlemme
  • 1 Comunità Terapeutica
  • 1 Centro diurno per persone con disabilità psichica

I NOSTRI PROGETTI

“Incontriamo la povertà”IMG 20190821 WA0061

Il progetto, avviato nel 2006, sostiene più di trenta famiglie povere ed emarginate della città di Scutari, molte delle quali emigrate dalle zone montane delnord. Data l’eterogeneità dei bisogni, l’aiuto è personalizzato: dal sostegno scolastico a quello alimentare e sanitario, dall’affiancamento nella ricerca di lavoro al disbrigo delle pratiche necessarie per ricevere la pensione o altri documenti. Particolare attenzione viene riservata ai minori, spesso privi di riferimenti e di istruzione; per loro vengono organizzate attività ludico-ricreative e campi estivi. Grazie all’iniziativa di artigianato solidale “Colori e stoffe”, le donne hanno imparato a produrre con il telaio oggetti della tradizione locale (borse, astucci, sciarpe), ritagliandosi un ruolo sociale all’interno di una società in cui vengono considerate poco o nulla. La vendita di questi prodotti costituisce la principale fonte di sostentamento famigliare e alimenta pure una cassa comune per le famiglie stesse. Altre info@ Colori e stoffe - Albania

 

“Si può fare”

Il progetto, cofinanziato dall'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, ha l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità psichica del Comune di Tirana. In particolare, grazie a un centro diurno, cerca di fornire loro gli strumenti necessari per vivere autonomamente una vita dignitosa, promuovendone l’inclusione sociale e l’inserimento occupazionale. Cerca inoltre di favorire la diffusione di una cultura di inclusione nella società, sensibilizzando la comunità e le istituzioni locali. Le attività sono realizzate in collaborazione con la controparte albanese Shoqata Komuniteti Papa Xhovani I XXIII, e i partner locali Caritas Albania, Shoqata Alternativa QAR, Shoqata Ndihmoni Jeten (NDHJ) e Qendra Komunitare e Shendeti Mendore n.3 (QKSHM), tutti attivi nel campo della salute mentale. Altre info@ “Si può fare” – Albania

nuovo bando aics

Può interessarti anche

Condivisione fra i popoli ONLUS

Via Ausa, 39 - 47853 Cerasolo di Coriano (RN)

tel: +39 0541 50622

fax: +39 0541 708575

mail: segreteria.condivisione@apg23.org

Codice Fiscale: 91014590409

Sei un'azienda?

Scopra cosa può fare con la sua azienda

Leggi tutto

Sei un privato?

Per supportare le nostre attività puoi anche donarci il tuo tempo per volontariato all'estero o prestando servizio civile all'estero
Leggi tutto

Facebook